Medicina alternativa

Ansia da gravidanza: Affrontarla con la meditazione

Foto del Profilo
di Daniela Bottarelli il
Commenti (0)

Innanzitutto, vorrei tranquillizzare le donne che stanno leggendo questo articolo: è normale avere un po’ di paura quando si aspetta un bambino.

L’importante è cercare di non arrivare a livelli d’ansia tali da generare situazioni emotivamente sgradevoli ed alquanto incontrollate.

L’ansia è un’emozione, uno stato psichico che non coinvolge solamente gli aspetti mentali, ma soprattutto quelli fisici, determinando il funzionamento del nostro corpo, con conseguente sviluppo di disturbi somatici.

Manifestazioni standard dell’ansia sono. Tachicardia, respiro irregolare o affannoso, irrequietezza, mal di testa, mal di stomaco. Per preservare voi, ma soprattutto il vostro bambino che risente di tutto ciò che provano le future mamme, ecco cosa potete fare.

Sono sempre più diffuse le sedute di autoipnosi, utilissime per chi soffre di disturbi d’ansia. In pratica, sono degli incontri nei quali s’insegna a ciascuna donna a riprodurre per conto proprio, tramite segnali convenuti, uno stato di ipnosi a scopo rilassante, che porta alla visualizzazione di immagini positive, nelle quali, la donna stessa, ha successo.

Ad esempio, nel vostro caso, immaginare un parto sereno, focalizzandosi sull’immagine di quello che sarà il vostro bambino e non sulle difficoltà che, per quanto vi potreste preoccupare, non saprete mai quali dovrete affrontare.

La mindfulness invece, è un’altra pratica molto diffusa per affrontare gli stati d’ansia.

É una trasposizione occidentale della meditazione orientale: si compone di esercizi quotidiani, soprattutto relativi alla respirazione, con lo scopo di ritrovare l’equilibrio al proprio interno.

Quindi niente paura, un bel respiro e avanti tutta!

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
si parla di
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti