Salute

Anomalie nelle feci

Foto del Profilo
di Valentina Molinero il
Commenti (0)

Tutte le mamme lo sanno, quando si ha un bambino piccolo è molto importante controllare le feci, proprio attraverso questo controllo si può capire se il proprio piccola sta bene e che tipo di problema potrebbe avere.  L’analisi del colore e della consistenza delle feci del bambino, in sostanza, è fondamentale per valutare la buona salute del bimbo e in particolare del suo apparato digerente, le feci sono una sostanza di rifiuto della digestione eliminata per via rettale. Prima di tutto è necessario chiarire a tutte le mamme, specialmente a quelle più ansiose, che è perfettamente normale che ci siano nell’arco del tempo dei cambiamenti nelle feci dipendenti dai mesi o anni del bambino e dal tipo di alimentazione somministrata.

In sostanza dalla nascita in avanti le feci del neonato cambieranno regolarmente mentre il bambino cresce e si sviluppa e non esiste una frequenza fissa uguale per tutti i neonati, ad esempio nei primi giorni di vita le feci del bambino saranno costituite dal meconio, il materiale contenuto nell’intestino del feto, quindi sarà  di colore bruno-verdastro e ha una consistenza vischiosa, inoltre durante i primi mesi la frequenza delle evacuazioni potrebbe essere molto variabile e soggettiva. La frequenza delle evacuazioni diminuirà dopo l’allattamento e  il colore diventerà tendente all’ocra.  Quando il bambino comincerà ad alimentarsi normalmente, con i cibi degli adulti, cambierà di nuovo la consistenza, il colore e l’odore.

Le anomalie che devono allarmarvi nelle feci dei bambini sono:  l’eventuale presenza di sangue nelle feci, stipsi e stitichezza, feci chiare e spumose. Per quanto riguarda il sangue è possibile che ci siano striature nelle feci di un lattante a causa dell’ ingestione di sangue materno che può avvenire durante le poppate a causa di ragadi al seno, cioè delle piccole ferite che si formano sul capezzolo della mamma. Se invece il bambino è un po’ più grande, la causa potrebbero essere le ragadi anali, piccoli taglietti nella mucosa anale, o piccole abrasioni del plesso emorroidario. In linea di massima, si tratta di disturbi legati alla stitichezza del bambino.

Nei bambini più grandicelli, la presenza di sangue all’esterno delle feci può dipendere anche da piccoli polipi intestinali individuabili mediante specifici esami. Se il sangue è mischiato alle feci che si presentano molli la causa è di solito un’infiammazione del colon. In ogni caso è bene consultare il pediatra per sapere esattamente come comportarsi. Stipsi e stitichezza invece possono dipendere da ciò che il bambino ha mangiato oppure da una semplice influenza ma se si tratta di un neonato allattato  al seno  è bene chiedere consiglio al pediatra perché potrebbero esserci problemi intestinali. Le feci chiare invece sono sintomo di problemi del fegato o delle vie biliari, in casi più rari potrebbe essere anche sintomo di epatite.

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti