Bimbo

Allattare al seno si o no?

Foto del Profilo
di Laura Pandolfi il
Commenti (0)

Una delle decisioni più importanti che i i neo genitori dovranno prendere sarà se allattare il bambino al seno o con il latte artificiale.

Il latte materno è il migliore alimento possibile per i neonati perché, oltre a contenere tutti i nutrienti che servono per una crescita regolare, è ricco di anticorpi e quindi svolge una funzione protettiva nei confronti delle malattie. Per questo l’Unicef lo definisce un alimento perfetto per il bambino non paragonabile ad alcuna alternativa prodotta artificialmente. Inoltre le statistiche parlano chiaro: gli allattati al seno contraggono meno malattie di quelli nutriti con preparati sostitutivi, anche quando sono di ottima qualità.

Quasi tutte le donne possono allattare al seno. Oltre agli innegabili benefici per il bambino esso comporta vantaggi anche per la madre: la suzione della mammella, infatti, innesca un meccanismo naturale che favorisce il rapido ritorno dell’utero alla sua dimensione originaria. L’ossitocina, ormone prodotto mentre il bambino succhia, stimola l’utero a contrarsi per consentirgli di espellere il materiale residuo del parto, come i grumi di sangue, e quindi lo stimola a rimpicciolirsi.

Le neomamme possono allattare al seno anche quando sono positive all’epatite C o hanno una malattia lieve anche se accompagnata da febbre (influenza, diarrea, infezione delle vie urinarie, miopia) e se hanno effettuato una anestesia generale o locale.

La scelta di non allattare al seno il proprio figlio a volte non è dettata solo da motivazioni mediche. Alcune donne scelgono di allattare il loro bambino con latte artificiale per motivi lavorativi o di estetica, che rendono il biberon semplicemente più pratico. Altre donne provano ad allattare al seno accorgendosi poi di non produrre latte a sufficienza.

L’allattamento artificiale si sviluppò negli anno 50, negli Stati Uniti, quando furono perfezionate le tecniche di pastorizzazione e conservazione del latte di mucca con formule appropriate alla nutrizione infantile.

Nonostante gli innegabili benefici dell’allattamento al seno, c’è comunque da ricordare che la grande maggioranza dei bambini nutriti con latte artificiale è, e rimane, perfettamente sana. Imparare come si allatta al seno è un’operazione che richiede impegno e non dovreste essere spinte a farlo se non lo ritenete opportuno, quindi se scegliete l’allattamento artificiale, non sentitevi in colpa.

Alcune donne decidono di provare ad allattare al seno per vedere come si trovano, altre scelgono una combinazione di seno e biberon, riempiendo il biberon con latte materno conservato in frigo o con latte artificiale.

Qualunque sia la vostra scelta, decidete prima di partorire in modo che possiate prepararvi per il momento in cui il neonato avrà bisogno della sua pappa.

 
Loading...
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti