Bimbo

Al mare attenzione alla congiuntivite

Foto del Profilo
di Chantal De Honestis il
Commenti (0)

Finalmente è arrivato il momento che aspettiamo tutto l’anno: tutti al mare!!!!

Ma per le mamme questo vuol dire pensare a tutti i piccoli problemi che possono nascere durante le vacanze e soprattutto riempire le valigie di utili medicine per far fronte a quelli che sono i principali malesseri che si possono verificare al mare.

Le infezioni agli occhi sono uno dei principali problemi che si possono presentare e alcune di queste si manifestano più facilmente proprio al mare.

Vediamo allora quali sono le più frequenti e come comportarsi.

La congiuntivite prende il nome dalla parte dell’occhio che si infiamma, la congiuntiva che è la membrana che riveste l’interno della palpebra e la sclera (la parte bianca dell’occhio ). In estate, soprattutto al mare, può essere una reazione dell’occhio alla luce solare intensa, alla salsedine e la sabbia.

Quando notiamo che il nostro bimbo ha gli occhi rossi, è molto probabile che ci sia una congiuntivite in atto. La malattia è molto frequente e altrettanto fastidiosa ma raramente pericolosa. Si manifesta con arrossamento della congiuntiva, gonfiore delle palpebre, sensazione di sabbia nell’occhio, prurito, lacrimazione intensa e intolleranza alla luce. Le congiuntiviti più frequenti si dividono in:

CONGIUNTIVITE BATTERICA e si riconosce perché negli occhi si forma una abbondante secrezione di colore giallastra e consistenza densa che è più evidente al risveglio.

CONGIUNTIVITE VIRALE, causata da un virus e quando si presenta si manifesta ad entrambi gli occhi in modo acuto e improvviso causando intolleranza alla luce, arrossamento della congiuntiva, sensazione di corpo estraneo nell’occhio, bruciore agli occhi.

Ma cosa fare se si ha in corso la congiuntivite?

– Con una garza bagnata, vanno rimosse le secrezioni agli occhi facendolo con molta cura e attenzione specialmente prima di mettere il collirio o la pomata. A proposito del collirio, è importante che il contagocce del prodotto non venga a contatto con gli occhi e la palpebra perché si contaminerebbe, prolungando la guarigione. Colliri e pomate, una volta che gli occhi sono guariti, vanno buttati.

– proteggere gli occhi dal sole e la sabbia con gli occhiali da sole

– evitare il bagno in mare fino a completa guarigione

– per evitare il contagio, meglio usare per pulire gli occhietti solo fazzoletti o batuffoli di cotone “usa e getta”

Quando si presentano i sintomi di cui abbiamo parlato, è meglio che il bimbo venga visto dal medico che valuterà prima di tutto di che tipo di congiuntivite si tratta (batterica o virale) e di conseguenza ci indichi la corretta terapia da seguire.

Per le forme virali la guarigione avviene da sola, ci si può aiutare tenendo gli occhi puliti con la soluzione fisiologica, o con i classici impacchi di camomilla (che ha un leggero effetto antinfiammatorio).

Diverso è il discorso per le forme batteriche. E’ infatti necessario applicare collirio e localmente pomate antibiotiche x 5 giorni circa.

 

Loading...
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti