Gravidanza

Falsi miti sul concepimento

Foto del Profilo
di Stefania Sibilo il
Commenti (0)

Ammettiamolo, siamo tutte andate dalla nonna a confessarle di voler avere un figlio, soprattutto a chiederle quando incontrare il nostro partner affinché la fecondazione avvenga. Si, l’ho fatto anch’io, ammetto!

I miti sul rapporto sessuale e le leggende sulla gravidanza sono molti, e anche molto belli. Glissando per decenza, (sono sempre figlia di cuoca), sulle pozioni magiche per la fertilità a base di pene di lupo o erbe varie; voglio provare ad allietarvi raccontandovi un po’ di falsi miti sul concepimento, facendovi allenare i muscoli delle guance con grasse risate.

Le acrobazie da kamasutra e da ginnaste perfette che ci fanno mettere a testa in giù o nelle posizioni più assurde? Non servono a nulla. Vedo spesso, però, uomini con occhiaie da far paura, che contro ogni legge naturale del vivere sono spaventati dall’idea di tornare a casa e incontrare la partner… questo perché le dicerie vogliono la fecondazione dipendente dalle volte che si fa l’amore. Sbagliato, altro mito sfasato, fare l’amore tutti i giorni è un gran piacere, ma non serve a molto se poi saltate per stanchezza i giorni fertili, che sono due massimo tre il mese. È in quelle occasioni che dovete chiedere al vostro compagno il massimo impegno!

I giorni dell’ovulazione poi, siamo tutte convinte che siano intorno alla quattordicesima giornata, sbagliato! Ogni donna ha un ciclo mestruale di durata diversa, quindi anche i giorni fertili non hanno scadenza fissa, uguale per tutte; nel calcolo dei giorni fertili ci può essere d’aiuto il nostro ginecologo con un monitoraggio dell’ovulazione.

Stavo quasi per dimenticare la migliore di tutte le false credenze sul concepimento: dopo aver fatto l’amore, gentilmente, non lavatevi! Abbandonate i vostri modi da signorina per bene, dimenticate l’igiene e restate così per almeno un’ora! Io resto a dir poco perplessa, non ci sto…non lavarmi per me è troppo, ma poi, come potrebbe influire la pulizia del corpo sulla fecondazione? Resto senza risposta….

Le leggende, però, non finiscono qui; ci sono tantissime antiche tecniche che insegnano come fare per avere una femminuccia o un maschietto. Parrebbe, infatti, che il maschio venga concepito nei giorni pari e la femmina sia nei giorni dispari del mese, ovvero dopo la luna piena…. Dobbiamo, quindi, fare l’amore con il calendario alla mano? Vi vedo già tutte, sfogliare il calendario di frate indovino e urlare “amoreeeeeee oggi è 15 ieri c’è stata la luna piena!!!”

C’è, poi, una teoria che farà la gioia dei vostri compagni: per essere sicure di avere un bel maschietto non dovrete far altro che appoggiare una borsa del ghiaccio sui testicoli del partner. La domanda in questo caso è: lui lo deve sapere o bisogna prenderlo alla sprovvista? Come funziona?

Ho voluto volontariamente lasciare alla fine la storiella migliore di tutte, che è anche la più diffusa: il nostro utero è più propenso ad avere una gravidanza se raggiungiamo l’orgasmo durante il rapporto. Forse che gli spermatozoi sono permalosi e se si accorgono che fingo si tirano indietro? La risposta chi me la da?

Beh, io lascio a voi l’ardua sentenza. Solo una cortesia: la signora che mette la borsa del ghiaccio sui testicoli del marito mi scrive dopo averlo fatto?

Loading...
Bio
Ultimi Post
Foto del Profilo
Hai trovato utile questo articolo?
VOTA

Commenti

commenti